Acropora Anthocercis




Nome scientifico: Acropora anthocercis (Brook nel 1893)

Classificazione: Animalia  (Regno); Radiata (Sotto Regno); Cnidaria  (phylum); Anthozoa (classe); Esacorallia  (sottoclasse); Scleractinia (ordine); Refertina (Sottordine) Acroporidi  (Famiglia) Acroporidae (genere); (Specie) Acropora anthocercis (Brook nel 1893)

Dimensioni: 50-100 cm

Zoogeografia: Mar Rosso, l'Indo-Pacifico, l'Oceano Indiano, il Sud-est asiatico, Giappone, Mar Cinese Orientale, l'Oceano Pacifico occidentale, Sud Africa, Mozambico, Grande Barriera Corallina australiana dove una massiccia concentrazione è nei Reef del Queensland.


Habitat: In natura vive ad una profondità compresa tra 8 e 12 m pur non essendo a pelo d'acqua, la luce è ancora molto intensa essendo molto limpida i raggi solari hanno un ottima penetrazione.

Parametri dell'acqua: Temperatura: 24-27°C; Nitrati 0-3 mg/l, Fosfati 0 - 0,03 mg/l, KH 7-8, Ca 380-430, Mg 1280-1320. movimento: Forte e alternato; Luce: intensa  (riferimento PAR: 500-600).

Descrizione: Dai colori viola, blu, malva e grigio e crema le più diffuse, molto più raro color crema con punte rosa, blu e viola, si trovano anche nei colori verde e giallo.  Forma spesse colonie tabulari fino a un metro di diametro spesso attaccate a sbalzo dalle rocce, con ramificazioni lunghe 25 cm e dal diametro di 8 mm. I rami sono larghi e corti e in alcuni punti (vicino alle rocce) sono incrostati. I coralliti radiali ai lati di ogni ramo sono molto fitti con molti coralliti assiali all'estremità di ogni ramo.

Allevamento in Acquario: Animale estremamente impegnativo e consigliato ad acquariofili esperti; si consiglia di mantenerlo nella zona alta della vasca, necessita di forte intensità luminosa (400-600par), un flusso forte a tratti turbolento è indispensabile. Per ottenere i suoi tipici colori giallo azzurro e rosa  necessita di una stabilità rigorosa e livelli molto bassi di fosfati e nitrati sono una condizione fondamentale per il loro allevamento ottimale (No3 2-4mg/l - P04 0,002-0,004 mg/l). Mantenere queste condizioni in vasca è estremamente impegnativo e rischioso, potrebbe diventare un problema e causare rapidamente danni irrimediabiliÈ vulnerabile all'attacco dei parassiti e tollera poco le temperature alte. Essendo un animale aggressivo, quindi deve avere spazio per poter crescere senza danneggiare i vicini. Se il corallo si trova nella giusta posizione e riceve sufficiente luce e movimento estroflette i piccoli polipi anche durante il giorno. Richiede paramenti dell' acqua, ottimi, per ottenere colorazioni brillantidovrebbe essere nutrito solo se i nutrienti sono al di sotto della soglia misurabile. 

Riproduzione: Non sono conosciuti casi di riproduzione sessuata in acquario ma la si può riprodurre mediante taleazione.


Difficoltà Allevamento:         Difficile
Illuminazione:                       Intensa
Flusso movimento:               Forte
Aggressività:                        Alta
Disposizione in acquario:     Alta


Commenti

Post più letti

Cianobatteri In Acquario marino

Comprendere uno skimmer

come gestire la fase "brutta" di una vasca

3 - La triade: manteniamola stabile

La squadra di pulizia e il suo ruolo nell'acquario di barriera corallina

L'importanza di nutrire i coralli

Come fare aquascaping con l’acquario marino

Come "curare" le rocce

Quello che devi sapere sui cambi d'acqua

L’IMPORTANZA DEI BATTERI IN ACQUARIO MARINO