Post

Visualizzazione dei post da ottobre, 2022

Gorgonia Pinnigorgia sp

Immagine
  Questa Gorgonia appartiene alla classe degli Anthozoa (Antozoi). Appartengono anche alla stessa sottoclasse, Alcyonaria (Octocorallia). Recentemente una revisione della classificazione ha riunito i tre ordini classici degli Alcionacei, dei Gorgoniacei e dei Stoloniferi in un unico ordine: Alcionacei. Colori: questo corallo ha i polipi di un bel rosa con i rami che possono essere dello stesso colore fino ad un viola intenso. Luogo di origine: Presenti in tutta la zona Caraibica, Messico, Cuba, Florida, Bermuda, Barbados, Antille francesi, Puerto Rico e Bahamas. Ambiente: Si trova in lagune di marea molto superficiali esposta a forte moto ondoso; vive ad una profondità tra i 3 e 15mt . In natura si osservano colonie singole fino ai cinquanta centimetri di diametro; la composizione scheletrica è formata da una serie di rami lunghi fino a quaranta centimetri, e anche se spessi fino ad un centimetro sono molto flessibili. I polipi sono dotati di otto minuscoli tentacoli pinnati che

L’IMPORTANZA DEI BATTERI IN ACQUARIO MARINO

Immagine
Non amo per abitudine parlare o mostrare la mia vasca, ma in questo caso voglio condividere la mia esperienza . Ho sempre gestito acquari marini di barriera e nei trent’anni e oltre di passione ho adottato diversi tipi di gestione ma comunque sempre indirizzati ad un metodo più naturale possibile partendo sempre dal buon vecchio metodo berlinese.  A causa di un incidente accaduto alla precedente (si è scollato il vetro anteriore), ad aprile 2021 sono ripartito con un altro progetto, una nuova vasca misura 140x80 cm altezza 60m. 630 litri lordi circa, dotata di tre scarichi dia.40mm e due risalite con dia. esterno 26mm.        nel vano tecnico è posizionata la sump di 80x70 cm livello acqua 23 cm, circa 120 litri lordi ed il Refugium 30x70x50, livello  dell'acqua 40cm circa 85 litri netti, totale volume netto 700 litri circa. la vasca è arredata con 120 kg di rocce vive, seppur ormai molto vecchie a fatica fanno ancora il loro lavoro. La rocciata è stata completamente cementata per

EUPHYLLIE di Angelo Niglio

Immagine
Nel nostro amato hobby dell'acquariofilia marina viene anche chiamato il corallo dei neofiti, perchè di facile gestione e di solito è uno dei primi ad essere inserito nelle nostre vasche e che non deve mai mancare perchè a mio parere è un corallo stupendo. Ma dobbiamo dire subito che non è del tutto veritiera questa cosa, perchè come altri coralli sia molli, Lps o Sps, anche l'euphyllia ha bisogno dei suoi accorgimenti. Gli scheletri di questi animali se selezionati, si presentano di forma coralliti a lamelle sottili, ma allo stesso tempo molto massicci e resistenti, infatti vengono chiamati coralli duri Lps o corallo di pietra. le euphyllie comunque, vengono scelte anche per la loro varietà che si ha a disposizione sia per colori che per tipi, vado ad elencare quelle che conosco e che ho avuto in vasca. -Euphyllia ancora e Euphyllia parancora o anche chiamata Hammer (per la sua forma a martello o ancora); tra l'ancora e parancora vi è una differenza dovuta allo sviluppo de

Lima Scabra

Immagine
  Appartiene alla famiglia delle limidae ed è un bellissimo mollusco bivalve che vive solo nel Mare dei Caraibi.  In mare, così come in acquario. la troveremo fissata con il suo bisso non troppo fibroso, in zone ombreggiate e con scarso movimento, all'interno di rifugi o appesa sotto ai coralli. La Lima scabra si sposta grazie alla spinta che provoca chiudendo rapidamente le valve. Per questo è inutile sperare di dargli un posto definitivo in acquario, perchè se non sarà di suo gradimento, oppure in quel punto ci sarà poco passaggio di cibo, lei cambierà zona. E' un animale filtratore, si nutre dei microrganismi presenti nel plancton e vive bene se l'acqua dell'acquario non è povera di residui organici. Raggiunge una dimensione di circa 5cm di lunghezza e 4cm di larghezza. Bisogna prestare attenzione di non inserirla in acquario se sono presenti stelle marine, pericolose predatrici. La Lima scabra è abbastanza resistente e ci può perdonare qualche errore da

Lysmata Debelius

Immagine
 Proviene dallo Sri Lanka e dall'Indonesia e può raggiungere i 5cm. Il suo del L. Debelius è rosso rubino e le sue zampe sono per 2/3 bianche come lo sono le antenne lunghissime e i caratteristici pois che ha sul capo e inizio dorso. Anche lui è un gamberetto tecnico, e cioè un pulitore, utile per tenere liberi da parassiti i pesci. Vive in anfratti scarsamente illuminati ed è molto timido, ma se tenuto almeno in coppia, in acquario, prende confidenza e può essere visto facilmente, soprattutto quando si somministra cibo ai pesci. E' molto simile per comportamento e abitudini al suo parente L. Amboinensis Famiglia: hippolytidae Provenienza: Sri Lanka-Indonesia Habitat: fondali rocciosi Dimensioni: 5cm Autore: L. Prologo Foto: L. Prologo

Lysmata Amboinensis

Immagine
  Si trova principalmente in tutto l'Oceano Indo Pacifico tropicale e nel Mar Rosso. Gamberetto molto socievole che cresce fino a 5 cm, con gli arti e le antenne di colore bianco, il dorso di un bel rosso vivo con la caratteristica striscia bianca che termina prima della coda. Il Lysmata Amboinensis di solito forma dei gruppi molto numerosi che vivono all'ingresso di grotte o spaccature, ma in acquario può essere allevato anche singolarmente, facilmente si vede anche a testa in giù aggrappato a rocce. Sono gamberetti apprezzati molto oltre che per la livrea anche perchè liberano i pesci da parassiti e pelle morta creando delle vere e proprie stazioni di pulizia. Avvicinano  amichevolmente i pesci prima con le lunghe antenne per farsi conoscere e poi una volta familiarizzato, procedono con le piccole chele alla rimozione degli ospiti indesiderati. Non ha molti predatori naturali, anzi quasi nessuno e per questo può essere inserito tranquillamente in acquario. Si ciba

Scolymia Australis (Homophyllia australis)

Immagine
Questo corallo è dell'ordine delle sclerattinie e appartiene alla famiglia delle lobophyllidae, è presente ma raro, nell'Oceano Pacifico meridionale soprattutto lungo le coste meridionali dell'Australia. E' un animale solitario dalla forma di disco con numerosi setti radiali, al centro è percorsa da molti canali con bordi regolari. Sul disco è posizionato L'invertebrato con il cenosarco che esce e copre tutto lo scheletro. Al centro c'è l'apertura orale (raramente si possono osservare 2 o 3 bocche) che a sua volta è circondata da un disco piatto da dove escono i tentacoli non sempre visibili. La Scolymia è una scleractinia ermatipica e cioè, di giorno si gonfia fino a triplicare il suo volume per esporre al massimo le sue zooxantelle alla luce e cibarsi, mentre di notte succede il contrario. I suoi colori e disegni sono stupendi, possono essere monocromatici ma anche formare striature o cerchi che la rendono particolare sia come aspetto che come

Acanthastrea lordhowensis

Immagine
  L'Acanthastrea lordhowensis ora classificata come Micromussa lordhowensis è un corallo LPS di origine scleractinia appartenente alla famiglia delle mussidae. E' un esacorallo coloniale che cresce con un aspetto tabulare e può arrivare ad avere un gran numero di polipi. La sua provenienza va dal Mar Rosso all'Indonesia alle Isole Salomone, Australia, Giappone meridionale, Filippine, Tailandia, Hong Kong, Papua Nuova Guinea. Le principali specie sono. A. lordhowensis, A. echinata (particolarmente aggressiva verso gli altri animali) A. bowerbanki, A. maxima. Tutte possono aver dei colori bellissimi, spesso anche più di uno, creando varietà rainbow o di grado A molto apprezzate dagli acquariofili. Si riproduce per via asessuata, ma si può anche taleare. L'acanthastrea è un animale zooxantellato quindi si nutre di luce ma non bisogna dimenticare di alimentarla anche in modo mirato o in modo generale dando cibo a tutta la vasca se abbiamo un'acqua oligotrofi

Dendronephthya hemprichi

Immagine
  © Photo credit web  Descrizione:  Antozoo ermatipico coloniale, appartenente all'ordine Alcyonacea, famiglia dei Nephteidae. La colorazione è generalmente di color rosa intenso, rosso, viola, arancio. Luogo di origine: Mar Rosso e Oceano Indiano. Questo corallo, vive sui pendii della barriera corallina ad una profondità di 6-35 mt, alcune specie sono sciafile (necessitano di un'esposizione ombreggiata con un'illuminazione senza luce solare diretta), crescono all’interno di grotte, mentre altre più compatibili, crescono in piena luce. Completamente privo di un sostegno scheletrico rigido, il singolo polipo ha una forma tubolare, molto allungata, in cima alla colonna si apre l'orifizio orale, circondato da un piccolo disco orale; il disco orale, o stoma, è circondato da una piccola corona formata da otto tentacoli, dai bordi frastagliati, poco urticanti. Antozoo molto delicato e adatto ad acquariofili esperti, è adatto all'acquario di barriera in convivenza co

Acropora carduus "Pacman"

Immagine
  Descrizione:  Appartiene alla famiglia delle Acroporidae. Colori: sono piuttosto tenui, possono variare tra rosa, azzurro/viola, giallo e verde, presentano spesso fluorescenze molto spiccate. La varietà Pacman presenta una colorazione rosa/fuxia piuttosto acceso con crescite bianche o rosa confetto i polipi sono gialli o verde chiaro. Luogo di origine: Oceano Pacifico Indo-Occidentale, Indonesia, Australia, Papua Nuova Guinea. A. Carduus è relativamente raro e ricercato, classificato come “deep water”, È un corallo che in natura troviamo in acque profonde, nelle zone riparate e protette del Reef e nelle zone lagunari. Forma delle colonie con rami che crescono dando l'idea di uno scovolino con coralliti radiali sottili e appuntiti, simile ad A. Echinata. Vive ad una profondità tra i 10 e 35mt. In acquario A. Carduus, deve essere collocata al riparo dalla luce diretta ma non completamente in ombra, possibilmente nelle zone medio basse della rocciata. Gradisce una buona corren

Introdurre e acclimatare nuovi animali nel marino

Immagine
Per un neo-acquariofilo che si approccia per la prima volta al mondo del marino tropicale è importante avere le idee chiare su quali sono le specie animali che il proprio acquario può ospitare, soprattutto in base alle dimensioni della vasca e alla tecnica a disposizione. È opportuno per un acquariofilo alle prime armi iniziare con l’allevamento di pesci, invertebrati di semplice gestione (gamberetti, ricci o lumache) e al massimo alcuni coralli molli. Tuttavia, bisogna sapere come agire per garantire un corretto ambientamento ai nuovi animali che acquistiamo, a partire dal momento in cui li scegliamo e li compriamo dal negoziante, a quando vengono effettivamente inseriti nel nostro acquario.     Come sceglierli   Innanzitutto ribadisco la priorità (ove possibile) di acquistare in un negozio fisico piuttosto che in uno shop online, così avremo modo di osservare direttamente l’animale prima di comprarlo, e soprattutto portarlo a casa nostra in autonomia, senza correre il ris