Apolemichthys xanthopunctatus


Photo credit web © Giuseppe Mazza 



Famiglia: Pomacanthidae

Provenienza: Oceano Pacifico centrale / occidentale

Habitat: Reef

Dimensioni: In natura 25 cm, In cattività 15-20 cm

 

Pesce appartenente alla famiglia dei Pomacanthidae, animale proviene Pacifico centrale / occidentale: Isole Gilbert. atolli Kapingamarangi (Isole Caroline orientali), Nauru, Canton (Isole della Fenice), Howland, Baker e Fanning, Isole Hawaii, Isola di Natale

In natura vive nei canali e nei versanti esterni della barriera corallina a profondità di 10-65 m. La livrea mostra bellissime macchie luminose giallo limone/oro in tutto il corpo la base è giallo brunastro. La zona della bocca è colorata in blu e testa gialla, il muso violaceo, fronte con una macchia nera di diametro uguale all’occhio; le pinne dorsale, caudale e anale nere con margine blu brillante.;

Per l’allevamento in vasca sono necessari parametri dell’acqua di ottima qualità, in condizioni ottimali è un animale resistente alle malattie; soffre i valori di PH basso ed eccessive concentrazioni di Nitriti.

In caso di sofferenza è soggetto agli attacchi dell'odinium e alle micosi della pelle. Soggetto a parassitosi intestinali e vermi.

Può essere allevato in vasche superiori ai 500 litri con parecchi nascondigli, una volta ambientato può diventare molto territoriale. In Natura si nutre di spugne e tunicati. Appena introdotto e nel periodo di acclimatamento, accetta il cibo con difficoltà ma una volta ambientato è onnivoro; si potrà somministrare mangime surgelato, artemia, chironomus, mysis, mangimi secchi e foglie di alga nori.

Apolemichthys Xanthopunctatus non si può definire “reef safe”, ma tra pesci angelo è una delle scelte più sicure.


Attribuzione foto

https://www.monaconatureencyclopedia.com/wp-content/uploads/2020/08/2-Apolemichthys-xanthopunctatus.jpg

Autore

Massimo Ramognino

Commenti

Post più letti

L’IMPORTANZA DEI BATTERI IN ACQUARIO MARINO

Comprendere uno skimmer

come gestire la fase "brutta" di una vasca

La squadra di pulizia e il suo ruolo nell'acquario di barriera corallina

4 - La triade: lo squilibrio ionico

3 - La triade: manteniamola stabile

Cianobatteri In Acquario marino

Come fare aquascaping con l’acquario marino

Come "curare" le rocce

Allevare con successo gli Acanturidi