Gorgonia Pinnigorgia sp

 




Questa Gorgonia appartiene alla classe degli Anthozoa (Antozoi). Appartengono anche alla stessa sottoclasse, Alcyonaria (Octocorallia). Recentemente una revisione della classificazione ha riunito i tre ordini classici degli Alcionacei, dei Gorgoniacei e dei Stoloniferi in un unico ordine: Alcionacei.

Colori: questo corallo ha i polipi di un bel rosa con i rami che possono essere dello stesso colore fino ad un viola intenso.

Luogo di origine: Presenti in tutta la zona Caraibica, Messico, Cuba, Florida, Bermuda, Barbados, Antille francesi, Puerto Rico e Bahamas.

Ambiente: Si trova in lagune di marea molto superficiali esposta a forte moto ondoso; vive ad una profondità tra i 3 e 15mt. In natura si osservano colonie singole fino ai cinquanta centimetri di diametro; la composizione scheletrica è formata da una serie di rami lunghi fino a quaranta centimetri, e anche se spessi fino ad un centimetro sono molto flessibili. I polipi sono dotati di otto minuscoli tentacoli pinnati che quando estroflessi catturano minuscole particelle di zooplancton. Questa specie è fotosintetica, quindi utilizza le zooxantelle simbiotiche in modo simile ai coralli.

Le condizioni ideali per questo corallo sono rappresentate da un acquario di barriera ben avviato. Ama la luce, e va posizionata in una zona della vasca esposta ad un’illuminazione da moderata ad alta per diverse ore al giorno. Deve essere collocata in posizione verticale e fissata ad una roccia. Può essere danneggiata se appoggiata contro le superfici della rocciata che impediscano il corretto flusso ai tessuti del corallo. Le condizioni dell’acqua devono essere molto buone con valori chimici stabili ed un carico organico ed inorganico basso.


Foto di: Giuseppe Cerverizzo

Articolo di Massimo Ramognino


Commenti

Post più letti

Cianobatteri In Acquario marino

3 - La triade: manteniamola stabile

Comprendere uno skimmer

La squadra di pulizia e il suo ruolo nell'acquario di barriera corallina

come gestire la fase "brutta" di una vasca

L'importanza di nutrire i coralli

Come fare aquascaping con l’acquario marino

Come "curare" le rocce

Quello che devi sapere sui cambi d'acqua

L’IMPORTANZA DEI BATTERI IN ACQUARIO MARINO