Gobiodon Okinawae




Questo piccolo pesciolino giallo raggiunge non più di 3,5 cm. appartiene alla famiglia dei gobiidae e lo possiamo trovare, in natura, nell'Oceano Indiano orientale e Oceano Pacifico occidentale.
Tutto il corpo è ricoperto da un muco velenoso, ottimo deterrente per i predatori, ed è privo di vescica natatoria, quindi o si sposta facendo dei piccoli balzi oppure nuota per piccoli tratti con andamento ondulatorio.
Altra caratteristica del G. Okinawae è che ha le pinne ventrali che si fuse tra di loro formando una sorta di ventosa che usa per ancorarsi in modo sicuro ai rami dei coralli.
Il G. Okinawae è molto robusto e pacifico ma non verso i suoi simili dove si rivela molto territoriale.
Ama sostare soprattutto tra i rami delle acropore, dove instaura un rapporto quasi di simbiosi liberando il corallo da eventuali formazioni algali, ma potremmo trovarlo anche tra le anemoni o echinodermi.
E' pressoché onnivoro perchè oltre alle alghe, si nutre di plancton, mysis, artemia salina, cibo congelato, liofilizzato e secco di piccolissima taglia.
Essendo un ermafrodita biderezionale può cambiare sesso più volte nella sua vita e il maschio risulterà sempre più grande della femmina in una coppia.


Famiglia: gobiidae
Provenienza: Oceano Pacifico e Indiano
Habitat: da 1 a 15m.
Dimensioni: dai 2 ai 3,5cm

Autore L. Prologo
Foto di L. Prologo

Commenti

Post più letti

L’IMPORTANZA DEI BATTERI IN ACQUARIO MARINO

Comprendere uno skimmer

come gestire la fase "brutta" di una vasca

La squadra di pulizia e il suo ruolo nell'acquario di barriera corallina

4 - La triade: lo squilibrio ionico

3 - La triade: manteniamola stabile

Cianobatteri In Acquario marino

Come fare aquascaping con l’acquario marino

Come "curare" le rocce

Allevare con successo gli Acanturidi