Planarie


 Questo animale si chiama Planaria , è un verme piatto platelminta.  Si rigenera come un Terminator liquido. Puoi spezzarlo , tagliarlo di traverso , tagliarlo in 47 parti , tagliargli la testa in preda a crisi mistiche , ma si rigenera lo stesso. Una planaria  solitaria , o meglio asessuata , può fare a pezzi se stessa con lo sforzo del pensiero , e con la stessa tecnica può pure riprodursi. Può vivere per sempre , ogni tanto capita che muore di fame , perde molto peso ma poi riprende vigore con le cellule staminali. Questo verme ha anche gli occhi, durante i loro studi, gli scienziati hanno puntato una forte luce su di essi e l'hanno fulminato , ma questo verme, ricorda tutto , e quando hanno provato a fulminarlo per la seconda volta , i suoi occhi hanno iniziato a rimpicciolirsi di fronte alla luce , senza aspettare la scossa elettrica che l'avrebbe fulminato.  La Planaria ricorda tutto , e non puoi distruggerlo. Se vuoi qualche competitor naturale potresti optare per: Pseudocheilinus hexataenia; Halichoeres chrysus; Synchiropus marmoratus; Chelidonura varians; sempre se avranno voglia di mangiarseli...

Commenti

Giovanni ha detto…
Buonasera, io ho ottenuto ottimi risultati con l'ocellatus insieme alla squadra di competitori da te indicata e dono letteralmente svomparse
All Biff ha detto…
Ottimo...ma hai notato proprio che l'ocellatus se le mangiava ?
Francesco ha detto…
Io ho preso un ocellatus apposta ma non l'ho mai visto beccarne una
Giovanni ha detto…
All biff francamente non ho visto che se li mangiava, ma dopo la sua I traduzione sono letteralmente scomparse da oltre 9 mesi. Ed ero invaso

Post più letti

L’IMPORTANZA DEI BATTERI IN ACQUARIO MARINO

Comprendere uno skimmer

come gestire la fase "brutta" di una vasca

La squadra di pulizia e il suo ruolo nell'acquario di barriera corallina

4 - La triade: lo squilibrio ionico

3 - La triade: manteniamola stabile

Cianobatteri In Acquario marino

Come fare aquascaping con l’acquario marino

Come "curare" le rocce

Allevare con successo gli Acanturidi