Quante Barriere Coralline conosci?


Piccolo vademecum sulle Barriere Coralline nel mondo

Grande Barriera Corallina (Australia)
Situata lungo la costa del Queensland per molti rappresenta una delle sette meravigli del mondo. Nel 1981 è stata inclusa come Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco.
É la più grande al mondo composta da oltre 2900 barriere coralline singole e da 900 isole e si estende su una superficie di oltre 300mila km.

Palankar Reef (Messico)
É la seconda barriera corallina più famosa al mondo, è situata a 20 km dalla penisola dello Yucatan ed è parte integrante di un parco nazionale marino.

Rainbow Reef (Isole Fiji)
I più colorati ecosistemi si trovano in questa barriera ed è anche detta "La capitale mondiale del corallo molle". La popolano oltre 390 specie di coralli e 1200 specie di pesci.

Laguna della Nuova Caledonia (Nuova Caledonia)
Patrimonio dell'Unesco dal 2008 è la seconda barriera per lunghezza (1500 km) e ospita alcune specie protette in via d'estinzione come il Dugong dugon e la tartaruga verde.

B. C. dell'Isola di Bonaire (Paesi Bassi Caraibici)
Questa isola è ancora poco conosciuta (io aggiungerei per fortuna!!) ed è caratteristica per la sua barriera corallina, le saline e i cactus.

B. C. del Mar Rosso (Egitto)
Meta molto gettonata, questa barriera offre scenari molto suggestivi con formazioni coralline di oltre 5.000 anni, enormi banchi di pesci colorati e frequentata da molte specie di squali tra cui lo s. pinna bianca, s. pinna nera, s. balena e s. tigre.

B. C. a Beau Vallon (Seychelles)
Qui si trova la tipica formazione corallina floreale, dovuto all'aspetto del polipo del corallo.

Atollo di Apo Reef (Filippine)
Si trova a circa 28 km dall'isola di Mindoro e le sue acqua cristalline ospitano varie specie di coralli e pesci tropicali formando un parco naturale. 
Sulla spiagga le tartarughe vanno a deporre le uova.

Tubbataha Reef (Filippine)
Patrimonio dell'umanità nel 1993 è un'aria naturale protetta e si trova nel Mar del Sulu.
Tubbataha significa "Lunga scogliera esposta alla bassa marea" ed è formata in realtà da 2 atolli separati da un lembo di mare largo 8 km.
Non è molto popolata da pesci perché è approdo di turisti e pescatori.

B. C. dell'Isola di Cabilao (Filippine)
Isoletta triangolare con un lato di circa 4 km è interamente corallina poco frequentata da turisti, non ci sono auto ed è incontaminata.

Arcipelago di Raja Ampat (Indonesia)
Composto da oltre 1500 isole il suo nome significa "I 4 re" e si riferisce alle 4 isole principali (Waigeo, Misool, Salawati, Batanta)
Questo arcipelago offre uno spettacolare panorama naturale ed è stato paragonato ad un filo di perle legate tra di loro. Nelle sue acque si classificano circa 600 specie di coralli che rappresentano il 75% delle B. Coralline mondiali. Questo angolo di mare è definito "Il Triangolo del Corallo".

Belize Barrier Reef (Belize)
Questa barriera corallina è la principale attrazione turistica del paese, si trova nel Mar dei Caraibi ed è lunga 300km. Per la vasta specie di animali che ospita e per la sua bellezza, è stata inserita nel 1996 come Patrimoni dell'Umanità dall'Unesco.

Coralli dell'Isola di Komodo (Indonesia)
Anche questa isola, conosciuta anche per il suo drago, è Patrimonio dell'Umanità dal 1991. I suoi fondali hanno una popolazione davvero unica ed è meta di molte immersioni.

B. C. dell'Isola di Alor (Indonesia)
Quest'isola di origine vulcanica ha anche lei la sua bellissima barriera corallina.

Coralli delle isole Medes (Spagna)
Si tratta di un arcipelago formato da 7 isole che si trovano in Catalogna. Furono usate dai pirati come nascondigli ma ora i fondali sono protetti e sono meta low cost per gli amanti dello snorkeling.
Si possono incontrare stelle marine, polpi, aragoste, gorgonie e altri coralli

Commenti

Post più letti

L’IMPORTANZA DEI BATTERI IN ACQUARIO MARINO

Comprendere uno skimmer

come gestire la fase "brutta" di una vasca

La squadra di pulizia e il suo ruolo nell'acquario di barriera corallina

4 - La triade: lo squilibrio ionico

3 - La triade: manteniamola stabile

Cianobatteri In Acquario marino

Come fare aquascaping con l’acquario marino

Come "curare" le rocce

Allevare con successo gli Acanturidi