Discosoma

 


Il Discosoma, corallo molle conosciuto da tutti, fa parte degli antozoi alcionari, appartiene alla famiglia dei discosomatidae e proviene principalmente dall'Oceano Indo Pacifico.
Vivono formando delle colonie in acque anche non molto filtrate, infatti si alimentano, oltre che con la fotosintesi, anche di nutrienti e materiale organico e per questa loro caratteristica robustezza, si possono consigliare ai neofiti e anche per i primi inserimenti in vasche appena avviate.
Possono essere molto infestanti perciò è consigliato di non posizionarli sulle rocciate, ma sul fondo, altrimenti in breve tempo colonizzeranno gran parte della superficie.
Sono animali molto pacifici, infatti difficilmente urticano altri coralli, ma se dovessero crescere alla base o attaccarsi allo scheletro di un sps, quest'ultimo potrebbe soffrirne fino alla morte; l'unica loro arma è un filamento che esce dalla bocca, ma essendo corto, difficilmente raggiungerà altri coralli.
I loro principali colori sono il blu, rosso e verde, puntinati, lisci o striati e possono formare dei dischi anche grandi oltre i 5 cm: al centro hanno una bocca collegata direttamente al tubo digerente.
I Discosoma si moltiplicano alla base del gambo ma si possono ottenere anche tagliando parte del disco a patto che ci sia anche parte della bocca, e poi ancorati a delle roccette con del filo di nailon o una retina con maglie molto rade.
Se non si trovano a loro agio nel punto dove vengono collocati, si staccano e vagano per la vasca fin quando non trovano un posto adatto: sono invertebrati che camminano anche, un centimetro circa l'anno, sempre per lo stesso motivo scritto sopra.
In vasca non amano molta luce, meglio se non diretta e nemmeno troppo movimento.

Difficoltà: bassa
Illuminazione: bassa
Movimento: basso
Aggressività: molto bassa
Posizione in vasca: bassa

Foto di : Loredana Prologo

Commenti

Post più letti

L’IMPORTANZA DEI BATTERI IN ACQUARIO MARINO

Comprendere uno skimmer

come gestire la fase "brutta" di una vasca

La squadra di pulizia e il suo ruolo nell'acquario di barriera corallina

4 - La triade: lo squilibrio ionico

3 - La triade: manteniamola stabile

Cianobatteri In Acquario marino

Come fare aquascaping con l’acquario marino

Come "curare" le rocce

Allevare con successo gli Acanturidi