Post

Visualizzazione dei post da dicembre, 2023

I pesci sono necessari in un acquario di barriera corallina?

Immagine
  ©  credit Web: https://reefbuilders.com/2023/12/16/are-fish-necessary-in-a-reef-tank/ In questo articolo pubblicato da Reef Builders, Mike Paletta ci spiega i pro ed i contro dei pesci in acquario di barriera, Mike nel suo articolo spiega  quali tipi di pesci introdurre e le sue esperienze in merito, i pro ed i contro, le malattie e la gestione di fosfati e nitrati . Vi lascio qui di sotto il link dell'articolo in lingua inglese, buona lettura! https://reefbuilders.com/2023/12/16/are-fish-necessary-in-a-reef-tank/

Come evitare che le alghe diventino problematiche

Immagine
  Che siate agli inizi o che abbiate una vasca di barriera da molto tempo, la preoccupazione numero uno che la maggior parte degli hobbisti sembra avere è come tenere sotto controllo le alghe. Sin dall'inizio dell'hobby, quasi quarant'anni fa, quando la Caulerpa veniva tenuta in vasca come parte dell'arredamento, una delle maggiori preoccupazioni è stata, ed è tuttora, come evitare che le alghe diventino un problema.   Sarebbe bello se le alghe fossero un problema solo per le vasche nuove o per chi inizia, ma anche ora, dopo tutto quello che abbiamo imparato e imparato, una fioritura di alghe può ancora verificarsi in qualsiasi vasca, e spesso per una ragione sconosciuta. È anche curioso che queste fioriture non siano costituite da un solo tipo o specie di alghe, ma ci sono ora molti tipi di alghe che possono causare problemi. Si va dalle alghe filamentose o melmose alle alghe a bolle o a tappeto erboso e ho avuto persino problemi con alcuni tipi di alghe coralline.  Ag

Comprendere uno skimmer

Immagine
  Lo skimmer è sicuramente uno dei principali componenti della tecnica e tra i più comuni da trovare in qualsiasi (o quasi) acquario marino, sia pubblico che privato. Rappresenta, insieme alle luci, il componente più diffuso e tra le prime attrezzature che si scelgono quando progettiamo una nuova vasca. E’ utilizzato sin dagli albori di questo hobby, ma siamo sicuri di comprenderlo fino in fondo? Scopriamolo insieme…. Storia dello skimmer   La storia parte dal lontano 1892 dove per la prima volta lo zoologo O. Bütschli utilizzò la tecnica della schiumazione per arricchire i primi strati di una schiuma di particelle surfactanti e proteine per poi osservarle e studiarle al microscopio.  In seguito abbiamo sentito parlare di skimmer (o per meglio dire, con un principio di funzionamento “assimilabile” ad uno skimmer) anche nel 1937 (Ostwald, schutz, separazione e concentrazione di enzimi tramite schiumazione). Photocreditweb:biodiversityheritagelibrary Mentre per vederlo applicato all’acqu

IL MERCATO MONDIALE DEGLI ORGANISMI MARINI

Immagine
  Credit Web ©  reef builders: https://reefbuilders.com/2012/04/11/white-bar-anthias/ Il commercio di organismi marini ha un valore di 2,15 miliardi di dollari, lo dimostra uno studio  Secondo un articolo pubblicato da Science Avances, il mercato per la vendita di organismi marini viene equiparato in termini di rilevanza economica alla pari con il mercato globale della pesca del tonno. Nell'interessantissimo articolo di Jeremy Gay pubblicato da REEF BUILDERS, si mette in evidenza l'importante studio condotto dal professor Gordon Watson dell'università Inglese di Portsmouth, dove con i dati raccolti nel Regno Unito, Italia, e Stati Uniti, si stima la presenza di 8000 rivenditori del settore a livello globale e 4,5 milioni di hobbisti nel settore marino. Questo pone l'hobby ad un bivio imposto dalle minacce derivanti dal cambiamento climatico globale. Vi lascio il link dell'articolo completo pubblicato da Jeremy.  Buona lettura. Commercio di acquari marini del valore

come gestire la fase "brutta" di una vasca

Immagine
  Ci sono poche cose inevitabili nella vita e ancora meno in questo hobby. Ma quella inevitabile che tutti incontrano quando allestiscono una nuova vasca è che ci sarà una fase di maturazione brutta. Non importa se siete agli inizi o se lo fate da molto tempo, se usate le migliori rocce vive umide o le rocce secche morte, una nuova vasca avrà una fase brutta.  Pensavo che non avrei avuto questo problema quando ho semplicemente spostato le rocce vive da una vasca di cinque anni fa di 300 litri a una nuova vasca da 500 litri, dato che le rocce che stavo usando avevano vent'anni. Mi sbagliavo. Nonostante tutto quello che sapevo, o che pensavo di sapere, e tutti i preparativi e i miglioramenti apportati alla nuova vasca, una volta che tutto è stato trasferito la vasca ha attraversato quella che è diventata nota come la fase brutta.  Che cos'è esattamente la "fase brutta"?  Come la maggior parte degli esseri viventi, anche la vasca di barriera e le rocce vive che la compon

La rinascita del corallo

Immagine
  Nella puntata  del 25/11/2023  la trasmissione Sapiens – Un solo pianeta -  condotta da Mario Tozzi su Rai Tre, viene raccontata  "La rinascita del corallo" interessantissimo reportage dove, presso il centro di ricerca insulare CRIOBE con sede a Perpignan nella Polinesia francese, la Biologa marina Laetitia Hèdouin soprannominata "la tata sei coralli" segue un importantissimo progetto per il monitoraggio e tutela delle barriere coralline Polinesiane. A seguito del sempre più frequente fenomeno di sbiancamento del corallo conosciuto  anche    come "Bleaching" causato d all'innalzamento delle temperature degli oceani, la dottoressa Hèdouin monitora le stazioni di riproduzione in mare per capire il momento esatto della riproduzione negli impianti a terra, da qui parte l'ambizioso progetto del prelievo e successivo allevamento delle uova prodotte dal corallo (gameti), allo scopo di reimpiantarli sulle barriere coralline morte una volta cresciuti a su