Manutenere una vasca marina

 

Un acquario di barriera non è come un televisore. Non si può semplicemente accenderlo, sedersi e guardarlo, senza dover interagire. Come il giardinaggio, dove è necessario coltivare, seminare ed estirpare le erbacce per raccogliere il raccolto, o l'allevamento di orchidee, dove è necessario gestire l'umidità e le sostanze nutritive, un acquario di barriera richiede uno sforzo. E una parte significativa di questo impegno deriva dalla manutenzione regolare. Anche se non è affascinante o sexy come la selezione dei coralli o dei pesci o l'allestimento dell'acquario, la manutenzione regolare è molto importante per il successo a lungo termine dell'hobby.  

Ecco l'unico serbatoio che non richiede manutenzione: quello vuoto.

L'obiettivo della manutenzione regolare è quello di mantenere la situazione il più stabile possibile e, allo stesso tempo, di mantenere tutte le apparecchiature in condizioni ottimali. La manutenzione regolare comprende l'analisi dell'acqua e la manutenzione del sistema RO/DI, di cui si è già parlato in precedenza, i cambi d'acqua, che saranno oggetto di un articolo a sé stante, oltre a numerose operazioni da eseguire regolarmente in vasca. Prima di parlare delle operazioni di manutenzione da eseguire, vorrei sottolineare alcune cose che ho imparato e che mi hanno facilitato la manutenzione.
In primo luogo, eseguite regolarmente le piccole operazioni, senza lasciarle accumulare e poi eseguirle tutte in una volta. In questo modo ci si prende il tempo necessario per svolgerli correttamente, anziché affrettarsi, come spesso accade quando ci sono molte cose da fare. In questo modo ci si assicura che siano fatte bene e si contribuisce a mantenere la stabilità della vasca, che può risentirne quando si fanno troppe cose contemporaneamente. In secondo luogo, è necessario predisporre un sistema che consenta di essere avvisati tempestivamente quando è necessario effettuare la manutenzione.

Le cassette di overflow come queste richiedono una manutenzione settimanale a causa dell'esposizione alla luce del sole.

Impostate dei promemoria sul telefono o su una lavagna, in modo da sapere quando una cosa è stata fatta e da essere avvisati quando deve essere rifatta. Infine, rendete le cose il più semplici possibile da fare. Ovvero, cercate dei modi per rendere più facile l'esecuzione di un'attività, quando potete. Il motivo è che più una cosa è semplice da fare, più è probabile che la si faccia. Nessun compito di manutenzione che io conosca è divertente, ma quando l'ho reso semplice da fare, ho scoperto che lo facevo più regolarmente. 
Le attività di manutenzione possono essere suddivise in vari modi, il più semplice dei quali è la frequenza con cui devono essere eseguite. Alcune attività sono quotidiane, altre settimanali, altre ancora mensili e le ultime sono trimestrali o annuali. Ci sono anche compiti che vengono svolti all'occorrenza. Ovviamente, per le attività quotidiane e per le attività "al bisogno" non è necessario tenere traccia o impostare dei promemoria, ma, come già detto, è necessario predisporre un sistema di promemoria per tutte le attività svolte più di una volta alla settimana.  

Anche quando un serbatoio ha un design relativamente semplice, la manutenzione è necessaria.

Attività di manutenzione quotidiana e periodiche

Le attività di manutenzione quotidiane e necessarie comprendono il rabbocco dell'acqua, la pulizia dei vetri, il riattacco dei coralli caduti, l'alimentazione della vasca, la rimozione dei residui di sale e il semplice mantenimento dell'ordine e dell'organizzazione della vasca. Un aspetto della manutenzione della vasca che spesso viene trascurato è quello di mantenere le cose ordinate e organizzate, con tutte le attrezzature che hanno uno spazio specifico in cui sono conservate. Se iniziate a essere organizzati e ad avere un posto per ogni pezzo di attrezzatura per la manutenzione, come taglierini per coralli, reti, cibo, colla e attrezzi, risparmierete una quantità significativa di tempo, perché non perderete tempo a cercare cose che non vi servono se sono al posto giusto. Mi ci è voluto molto tempo per imparare questa lezione, ma ora mi rendo conto di quanto tempo ho sprecato solo per cercare gli oggetti che avevo smarrito. 

Questi compiti possono sembrare banali, ma sono tutti molto utili per migliorare il piacere delle nostre vasche. Per la pulizia del vetro suggerisco una calamita galleggiante per pulire l'interno del vetro. In questo modo non solo si tengono le mani fuori dalla vasca, ma si evita anche che le mani gocciolino acqua quando vengono tolte dalla vasca. A tutti capita di trovare alghe sul vetro. La frequenza con cui è necessario pulirlo è di solito un buon indicatore dell'andamento della vasca. Quando non ho dovuto pulirlo affatto, di solito non era un buon segno, perché indicava che i nutrienti erano troppo bassi. Al contrario, se era necessario pulirla ogni giorno, i nutrienti erano troppo alti.  Il punto di forza per me nelle mie vasche è quando devo pulire i vetri della vasca ogni 3-4 giorni.

Non si dovrebbe permettere che un'insidia del genere sfugga di mano.

Non conservate il magnete nella vasca, perché può corrodersi e causare problemi; inoltre, se viene lasciato nella vasca, c'è una maggiore possibilità che la sabbia o un pezzo di substrato vi rimanga impigliato, con il rischio di graffiare il vetro. Come per la pulizia del vetro, anche la pulizia del sale deve essere effettuata regolarmente. Non solo è antiestetico, ma può causare problemi se raggiunge le apparecchiature elettriche. In caso di incrostazioni saline, non limitatevi a pulirle, ma cercate di individuare le cause e di risolverle per evitare che continuino. Se il sale si è indurito e non è facilmente rimovibile, raschiatelo e poi bagnate l'area con un panno caldo e umido finché il sale non si scioglie e può essere rimosso. 
Le attività settimanali o bimestrali sono per me le più importanti, in quanto contribuiscono a mantenere la vasca stabile e offrono anche l'opportunità di vedere a che punto è la situazione. Esse comprendono il test dell'acqua, la sostituzione del filtro meccanico, il rifornimento del liquido balling se lo si utilizza, la pulizia del bicchiere, del collo e del corpo dello schiumatoio, i cambi d'acqua e la rimozione dei detriti. I test e l'annotazione dei cambiamenti di settimana in settimana sono fondamentali per vedere come si comporta la vasca e quanto è stabile. Se c'è qualcosa che non va, scopritene il motivo e apportate lentamente le modifiche.  

Che sia vecchio o nuovo, uno schiumatoio è più efficiente se viene pulito regolarmente.

La maggior parte delle condizioni non si sono verificate da un giorno all'altro, quindi cambiarle rapidamente potrebbe causare più danni che benefici. Per questo motivo è fondamentale eseguirli regolarmente. Anche mantenere la vasca pulita attraverso la sostituzione del filtro meccanico e avere lo schiumatoio in condizioni di efficienza ottimale è utile. Oggi esistono testine autopulenti per gli schiumatoi che ne aumentano l'efficienza, ma questo risultato può essere ottenuto anche con una pulizia regolare del collo e del corpo dello schiumatoio, oltre che del bicchiere di raccolta. Tutto ciò che può essere fatto per rimuovere rifiuti e detriti è positivo ed è per questo che le operazioni settimanali sono così importanti. 
Le operazioni mensili o trimestrali sono un po' più complesse e richiedono più tempo, quindi tendiamo a rimandarle o a trascurarle. Per questo motivo, è necessario impostare dei promemoria per eseguirle. Questi compiti includono la sostituzione dei prefiltri dell'unità RO/DI o anche la sostituzione delle membrane e della resina di queste unità, se l'acqua è particolarmente cattiva, lo smontaggio e la pulizia delle teste dosatrici, la ricalibrazione di eventuali sonde, la pulizia delle lenti delle luci, la sostituzione o l'aggiunta di materiale in un reattore di calcio, la pulizia della pompa di risalita, la pulizia degli sfioratori, lo smontaggio e la pulizia dello schiumatoio, compreso il venturi, la regolazione del flusso in vasca per eliminare i punti morti.

Sia i reattori che i dosatori di calcio devono essere sottoposti a regolare manutenzione per poter funzionare in modo efficace

Alcune di queste operazioni possono sembrare superflue, ma ho scoperto che la sostituzione dei prefiltri, del carbone e del filtro dei sedimenti può aumentare notevolmente la durata della membrana RO e della resina. Di solito li cambiavo trimestralmente, ma sono rimasto stupito quando ho guardato il filtro dei sedimenti dopo un mese e ho visto che era marrone e pieno di sporcizia. Ho dedotto che anche il filtro a carbone fosse altrettanto sporco e per questo motivo ho iniziato a cambiarli il primo di ogni mese.

L'efficienza è anche il motivo per cui le teste dosatrici, le giranti e le pompe di risalita vengono smontate e pulite ogni trimestre. In passato questo compito era annuale e rappresentava un'impresa enorme, in quanto dopo un anno tutti questi elementi erano ricoperti di organismi calcarei, detriti e alghe. Ora, pulendoli una volta al trimestre, il processo è più semplice e veloce e la loro efficienza viene mantenuta ottimale per un periodo più lungo dell'anno. Questa pulizia più frequente ha anche ridotto la necessità di sostituire completamente le unità con la stessa frequenza con cui dovevo farlo in precedenza.

È sorprendente la rapidità con cui le pompe e le giranti si sporcano e diventano meno efficienti. Questo è una pompa gyre a soli due mesi dalla pulizia.

Ho anche semplificato il processo semplicemente rimuovendo le pompe e mettendole in acido citrico a doppia forza in un grande secchio e riducendo il flusso al livello più basso. Le pompe rimangono nel secchio per circa un'ora, quindi vengono risciacquate e, se rimane del materiale residuo, vengono pulite. Anche dopo questa operazione, a volte è necessario smontarle completamente e pulire le parti separatamente, ma anche questo è un evento meno frequente.

Trovare modi più semplici per fare le cose, come pulire le pompe, rende più probabile che le facciamo.

Anche la pulizia delle lenti dei fari ne aumenta l'efficienza. Nonostante i nostri migliori tentativi di evitarlo, la nebbia salina si fa strada su tutte la superficie delle lampade che abbiamo. Ho misurato e scoperto che, se non puliti, questi residui possono ridurre la luce del 10-25%. Per questo motivo, una volta al mese tutte le mie luci vengono pulite con un panno in microfibra. Infine, come già detto, uno schiumatoio pulito è uno schiumatoio efficiente. Per questo motivo, una volta al trimestre tutti i miei schiumatoi vengono messi fuori linea, almeno parzialmente smontati e puliti. Potrebbe volerci un giorno prima che tornino completamente in funzione, ma una volta che lo fanno, di solito rimuovono più schiumato di quanto non facessero prima della pulizia.

Manutenzione annuale del serbatoio

Le ultime operazioni di manutenzione richiedono di solito una frequenza di una sola volta all'anno e sono le meno divertenti da fare e non dovrebbero essere eseguite tutte allo stesso tempo. Queste operazioni comprendono la pulizia delle luci, la rimozione e la pulizia delle grandi pompe in vasca, la sostituzione dei tubi delle pompe dosatrici, la pulizia della sump, la pulizia delle tubature e la pulizia e il controllo di tutte le valvole. Dal momento che la maggior parte di noi utilizza luci a LED, siamo consapevoli che le nostre luci sono dotate di ventole e prese d'aria. Con il tempo, queste tendono ad accumulare sale e polvere che possono danneggiare le unità.
Per questo motivo, almeno una volta all'anno, smonto le luci, le smonto parzialmente, rimuovo la polvere o lo sporco accumulato e le pulisco con aria compressa. Questo ha migliorato notevolmente la loro longevità. Attualmente sto impiegando più di 20 unità LED separate sulle mie vasche, quindi questa operazione richiede tutto il giorno. Altrettanto dispendiosa è la pulizia annuale della sump, che prevede la rimozione di tutte le attrezzature dalla sump e la raschiatura del fondo e dei lati con lame di rasoio, per poi sifonare il fango risultante. Anche le rocce vive conservate nella sump vengono imbastite e risciacquate.

Solo eseguendo una manutenzione regolare si può sperare di ottenere un successo a lungo termine come in questa vasca.

Sebbene nessuna di queste operazioni di manutenzione sia divertente, sono tutte necessarie per ottenere un successo a lungo termine con le nostre vasche. Se queste operazioni sono distribuite nel tempo e vengono eseguite regolarmente, nessuna di esse è eccessiva o difficile da eseguire. Il problema è trovare il tempo e rendersi conto che un po' di tempo speso a farle ripagherà i dividendi a lungo termine. Un acquario di barriera non dovrebbe mai essere visto come un progetto a breve termine che richiede pochi sforzi, un acquario di barriera non è una vasca per pesci rossi. Ma se ci si impegna a mantenere l'attrezzatura necessaria per il suo corretto funzionamento, il risultato può essere un hobby gratificante per tutta la vita.

Articolo di Michael Paletta
Tradotto da Reef world


link articolo originale




Commenti

Post più letti

L’IMPORTANZA DEI BATTERI IN ACQUARIO MARINO

Comprendere uno skimmer

come gestire la fase "brutta" di una vasca

La squadra di pulizia e il suo ruolo nell'acquario di barriera corallina

4 - La triade: lo squilibrio ionico

3 - La triade: manteniamola stabile

Cianobatteri In Acquario marino

Come fare aquascaping con l’acquario marino

Come "curare" le rocce

Allevare con successo gli Acanturidi