Sei un collezionista di coralli o un accumulatore di coralli?

 


Avete segnato le date degli acquisti di coralli e degli scambi di frammenti, ma dimenticate i compleanni e gli anniversari? Oppure avete una vasca per talee piena di frags, ma non c'è alcuna possibilità che qualcuno di questi frammenti entri nella vostra vasca principale perché è già piena di coralli? Nel vostro telefono ci sono più foto di coralli che di familiari o avete scatole e scaffali pieni di tutte le riviste di acquari che avete mai letto? Se è così, questo potrebbe indicare che siete un accumulatore di coralli piuttosto che un collezionista di coralli.

Essere considerato un accumulatore di qualsiasi cosa è un argomento delicato, perché non se ne parla spesso. Non sono molti gli hobbisti che ammettono prontamente di essere accaparratori o di avere tendenze all'accumulo, ma si considerano invece collezionisti. Parliamo quindi di alcune differenze e di come ridurre il nostro bisogno di essere accumulatori.


Come forse saprete, l'accumulo è uno dei criteri per gli individui affetti da disturbo ossessivo-compulsivo. Anche se scherziamo sul fatto che essere ossessivi è spesso un aspetto necessario per essere un buon allevatore di barriera corallina, a volte possiamo spingerci un po' troppo oltre. Per alcuni di noi, questo può manifestarsi in vari modi, oltre al semplice mantenimento di molti coralli. Può includere test costanti e la ricerca di numeri per far sì che tutti i parametri della nostra vasca siano perfetti. Oppure può manifestarsi quando spostiamo spesso i coralli per cercare di trovare sempre il posto perfetto per ciascuno di essi.

Può anche essere indicato se aggiungiamo frequentemente alla nostra vasca il corallo che è attualmente il corallo di moda. Infine, può essere indicativo del fatto che siamo ossessivi quando cambiamo costantemente ciò che facciamo per seguire la moda del mese e, purtroppo, in questo hobby, sembra che ci sia sempre qualcosa di nuovo da provare per rendere le nostre vasche perfette. Non per gettare asperità sugli altri, ma se considero questi criteri probabilmente sono un accumulatore di coralli o per lo meno ho qualche tendenza compulsiva, quindi mentre ne parlo spero che vi rendiate conto che non siete soli con queste tendenze. 


Alcuni dei criteri che differenziano un collezionista da un accumulatore sono che un collezionista cerca cose molto specifiche da collezionare e non raccoglie una vasta gamma di oggetti. Questo comportamento spesso inizia da piccoli e può essere dimostrato se si collezionano Hot Wheels o Barbie, ma non si collezionano tutte le macchinine o tutte le bambole. I collezionisti tendono inoltre a dare grande valore agli oggetti che raccolgono e cercano di metterli in mostra quando li espongono. Sono orgogliosi delle loro collezioni e amano condividerle con gli altri. Questo sembra essere il caso della maggior parte degli allevatori di barriera corallina: non conosco nessuno di noi che non ami mettere in mostra le proprie vasche e far notare qualsiasi pesce o corallo nuovo o unico che abbiamo in vasca. Un collezionista, però, si limiterà a mettere in evidenza solo alcuni esemplari molto pregiati, mentre un accaparratore tenderà a voler mettere in evidenza ogni pesce o corallo presente in vasca. 

Un accaparratore, invece, è diverso da un collezionista per una serie di aspetti. Gli accaparratori tendono a raccogliere oggetti casuali perché gli piace tutto ciò che c'è nel gruppo di oggetti che accaparrano o perché sono in vendita o perché pensano che possano essere utili o valere la pena di averli in futuro. I frammenti di corallo in vendita sembrano rientrare in tutte queste categorie. Tendono anche a essere disorganizzati nel collocarli e a conservare tutto ciò che ritengono possa essere utile in futuro. Quanti di noi hanno scatole o armadi pieni di vecchie attrezzature che continuano a pensare che potrebbero servirci in futuro o che potrebbero essere fondamentali per una vasca futura?


Allo stesso modo, quante volte siamo riluttanti a rimuovere un corallo problematico o a potare adeguatamente un corallo per fare spazio e quando lo potiamo abbiamo problemi a condividere i frammenti? Anche gli accaparratori vedono lo spazio nelle loro vasche in modo diverso, in quanto uno spazio vuoto può causare disagio e quindi possono sentire il bisogno di riempire ogni spazio con qualcosa.

L'accaparramento non si limita a un solo livello, ma ne esistono cinque. È considerato un problema serio quando ostacola la capacità di funzionamento quotidiano. Se si acquistano costantemente altri coralli o attrezzature anche se non si ha più spazio o non se ne fa uso, questo può essere considerato un problema. Allo stesso modo, se ci sono scatole di vecchie attrezzature che occupano più spazio delle vostre vasche, anche questo può indicare la presenza di un problema. Questo può anche essere il caso se avete molte vecchie scatole di scheletri di coralli morti che conservate come vecchie lettere d'amore. Purtroppo, so tutto questo per esperienza personale.


Un'altra indicazione del fatto che siete accaparratori o che state per diventarlo è se vi capita spesso di passare a vasche sempre più grandi o se sembra che stiate sempre pianificando la prossima mossa. Avendo percorso questa strada, so che non è piacevole e che bisogna combattere la voglia di ingrandire per avere più coralli. Lo dico per esperienza personale: negli ultimi quarant'anni sono passato dalla mia prima vasca da 60 litri del 1984 a un 120 nel 1987, a un 240 (che ho mantenuto nelle due vasche successive) nel 1989, a un 540 (da cui non sarei mai dovuto passare) nel 1994, a un 1200 nel 1997 e poi, a causa di importanti cambiamenti di vita, a un 300 nel 2009 e poi di nuovo a un 500 nel 2019!

Tutti questi cambiamenti e aggiornamenti erano dovuti al mio desiderio di avere sempre più coralli. Quello che ho finalmente capito dopo aver fatto tutti questi cambiamenti e spostamenti è che aggiungere più coralli o avere una vasca più grande per avere più coralli non ha aggiunto o aumentato il mio divertimento nell'hobby, soprattutto quando sono passato alla vasca da 1200 galloni, che conteneva più coralli gallone per gallone di qualsiasi altra vasca che abbia mai avuto. Sono tornato alla vasca da 500 galloni solo perché la prima volta che l'ho avuta è stata ed è tuttora la mia vasca preferita in assoluto.


Mentre la maggior parte di noi, soprattutto se siamo accaparratori, pianifica costantemente un aggiornamento, il mio consiglio è di trovare una vasca con una dimensione che vi piace e di rimanere con quella. Non è necessario aumentare costantemente le dimensioni per avere più coralli. Vi suggerisco invece di lasciare crescere i coralli e, se trovate un corallo che dovete assolutamente avere, prendetelo e poi eliminate un corallo meno desiderabile. So che sbarazzarsi di un corallo può sembrare come sbarazzarsi di un animale domestico preferito, ma non dovete sentirvi in colpa per averlo eliminato. Scambialo con un amico, regalatelo a qualcuno che sta iniziando e che vi sarà per sempre grato per il dono o, nel peggiore dei casi, scambiatelo con un negozio per qualcosa. Non diventate schiavi della necessità di avere tutti i coralli che avete avuto. 

Oggi è molto più facile diventare un accaparratore di coralli rispetto al passato, perché oggi la maggior parte di noi ottiene i coralli in frammenti piuttosto che in colonie. Di conseguenza, abbiamo più spazio per accumulare, dato che apparentemente riusciamo sempre a trovare un posto per quell'ultimo frammento che dobbiamo assolutamente avere. Inoltre, almeno per i miei occhi, i frammenti, soprattutto online o alle mostre, sono sempre mostrati con il loro massimo potenziale, quindi l'attrazione di aggiungerli è troppo grande perché sembrano dei piccoli gioielli, almeno per me. Se a questo si aggiunge il piacere che proviamo quando siamo gli unici tra i nostri coetanei a possedere un determinato frammento, la nostra tendenza all'accaparramento aumenta.



Purtroppo, ritengo che l'aumento dell'accaparramento nell'hobby abbia portato via uno degli aspetti divertenti dell'hobby, che era uno dei principi fondamentali durante i primi anni: condividere o scambiare i frammenti con i nostri amici o con gli hobbisti vicini, in modo da condividere la ricchezza. Inoltre, anche quando condividiamo i frammenti, questi sono spesso così piccoli che quando crescono fino a diventare qualcosa che un appassionato di acquariofilia come me potrebbe essere in grado di vedere. Sto scherzando, ma solo leggermente. Accumulare ci toglie uno degli aspetti più divertenti dell'hobby e, secondo la mia esperienza, aumenta la probabilità che un corallo raro o bello vada perso se non viene condiviso. Purtroppo, ho assistito a questo fenomeno molto più di quanto avrei voluto. 

La raccolta di coralli, di pesci o anche di vecchie riviste di acquari può essere un'attività divertente che contribuisce al nostro piacere per l'hobby. Ma quando diventa problematico e si ripercuote sulla nostra vita familiare, sulle nostre finanze o sulla vita in generale, dobbiamo fare un passo indietro e valutare come tenerlo sotto controllo. Purtroppo, per alcuni questo significa abbandonare completamente l'hobby, ma spesso questo porta solo a una nuova ossessione che sostituisce quella precedente. Una soluzione migliore è quella di capire che può essere un problema e poi lavorare nel tempo (non succederà da un giorno all'altro) per tenerlo sotto controllo.


L'unica cosa che ho imparato e che cerco di tenere a mente quando la mia tendenza all'accumulo inizia a sfuggire al controllo è questa: non si possono avere tutti. Dopo aver avuto vasche di ogni dimensione e quasi tutti i coralli che ho sempre desiderato, so che ci sarà sempre un altro corallo che apparentemente devo avere. Ora che ho capito la mia tendenza all'accumulo, so che posso vivere senza, quindi non c'è bisogno di comprare d'impulso. So anche che condividendo i frammenti e godendo del cameratismo dell'hobby piuttosto che del bisogno di altri coralli, l'hobby è di nuovo più divertente. Spero che questo articolo vi aiuti a tenerlo a mente.

 

Articolo di Michael Paletta
Tradotto da Reef world


link articolo originale






Commenti

Post più letti

Cianobatteri In Acquario marino

3 - La triade: manteniamola stabile

Comprendere uno skimmer

La squadra di pulizia e il suo ruolo nell'acquario di barriera corallina

come gestire la fase "brutta" di una vasca

L'importanza di nutrire i coralli

Come fare aquascaping con l’acquario marino

Come "curare" le rocce

Quello che devi sapere sui cambi d'acqua

L’IMPORTANZA DEI BATTERI IN ACQUARIO MARINO